La chimera del vivere civile

La chimera del vivere civile a Corigliano è palese e costante 24h/24h. Purtroppo non c’è controllo, e anche quando dovesse esserci, si catenano le proteste più degradanti e penose che si possano mai registrare in un paese (presumibilmente) civile. Un’intera striscia di centinaia di metri di parcheggi vuoti e dove vanno a parcheggiare? Sulle strisce pedonali, o in loro prossimità, quasi sopra. E non c’era neanche l’ombra, casomai qualcuno protestando potesse affermare che con il caldo di questi giorni cercava un po’ di refrigerio. Niente, macchine al sole, ma sulle strisce o proprio a ridosso delle stesse. Che pena…

Be the first to comment

Leave a Reply